Crea sito

Autunno e Stanchezza La sindrome stagionale. Ne parliamo con la Dottoressa Daniela Tagliabue

Autunno e Stanchezza

Résultat de recherche d'images pour "autumn pictures  rain"

La sindrome stagionale. Ne parliamo con la Dottoressa Daniela Tagliabue

Dottoressa come mai per alcune persone, me compresa, quello che stiamo vivendo è un periodo dell’anno molto faticoso, ci sentiamo spossati e stanchi come se tutta l’energia accumulata in estate si dissolvesse con il cambio di stagione?

Con l’arrivo dell’autunno spesso accade di sentirsi più stanchi, svogliati e poco concentrati. In autunno, infatti le giornate si accorciano e sia la durata sia l’intensità della luce via via si riducono. Il legame fra stanchezza e autunno è esattamente questo: l’abbassamento della temperatura esterna e la diminuzione delle ore di luce, comportano un impatto sul ciclo circadiano, ovvero il ritmo biologico di sonno-veglia, per via dell’aumento dei livelli di melatonina, e altresì un calo del tono umorale; la contrazione delle ore di luce impatta, infatti, sulla produzione di serotonina, nota anche come ormone della felicità.

Inoltre il passaggio dall’ora legale a quella solare che avviene solitamente a fine ottobre, se da una parte ci permette di sfruttare al massimo le ore di luce, da un altro ha degli effetti sulla salute umana. Per qualche giorno infatti, alcune persone potrebbero accusare fastidi come sonnolenza, apatia, perdita di concentrazione e alterazioni del tono dell’umore. 

Résultat de recherche d'images pour "fatigue"

Quindi la stanchezza autunnale può essere considerata una vera e propria sindrome stagionale?

L’associazione fra stanchezza e autunno può configurare una sindrome ben precisa: il disturbo stagionale dell’umore, altrimenti dettoSAD (Seasonal Affective Disorder). I cambiamenti climatici autunnali sopra descritti sono oggi riconosciuti dalla scienza come causa di questo disturbo che colpisce un gran numero di persone all’arrivo dell’autunno. Questo disturbo è caratterizzato da una perdita d’interesse e piacere nelle normali attività quotidiane, da malumore persistente, nervosismo, sensazione d’inutilità, sonnolenza e stanchezza diurne, prolungata necessità di dormire e fatica a risvegliarsi.

Sappiamo quali siano le cause fisiologiche di questo disturbo stagionale?

La causa di questi sintomi è la minore esposizione e durata ai raggi solari, una condizione che fa precipitare la produzione di serotonina, considerata l’ormone del benessere, ed è responsabile di una maggiore secrezione di melatonina, l’ormone del relax e del sonno.

L’alterazione del ritmo circadiano, indotta dalla riduzione delle ore di luce, indebolisce le difese immunitarie generali, ma anche la capacità di reazione della psiche: ed ecco che alcune persone, particolarmente vulnerabili, sono soggette a questo disturbo, ovviamente ciascun individuo manifesta reazioni differenti, in funzione della propria sensibilità e del proprio corredo genetico.

Per riassumere Dottoressa Tagliabue, la causa della svogliatezza e dell’abbassamento di concentrazione che viviamo ciclicamente in questo periodo dell’anno, è dovuto all’accorciamento delle giornate e alla riduzione delle ore di luce che hanno una notevole influenza sul ritmo circadiano che regola l’alternanza del ciclo sonno/veglia con implicano ricadute sul tono umorale. In alcuni casi, questa situazione determina un reale disturbo stagionale dell’umore. Sì, il passaggio stagionale dall’estate all’autunno è un vero stress, sia per il fisico sia per la mente.

Sì, l’autunno sembra quindi la stagione ideale per concentrarsi su sé stessi, aumentare le energie e prendersi cura di sé. Esistono alcune metodologie ed esercizi che hanno proprio l’obiettivo di portare benessere al corpo e alla mente attraverso esercizi di rilassamento e consapevolezza.

A proposito di queste metodologie vogliamo parlare del Laboratorio di  PAUSA RELAX che condurrà il 25 novembre al Centro Koru Lab di Cesano Maderno? A chi è rivolto?

Il laboratorio “pausa relax” è rivolto principalmente ad adulti (ma possono partecipare ragazzi a partire dai 16 anni). È una serata esperienziale, dedicata al rilassamento e alla consapevolezza tramite la pratica di alcuni esercizi guidati. Il laboratorio è gratuito.

Lei accosta il rilassamento alla consapevolezza, potrebbe spiegare ai nostri lettori cosa si intende per consapevolezza?

Consapevolezza è il termine italiano corrispettivo di mindfulness: “è prestare attenzione alle cose che succedono e al momento presente, in un modo non giudicante.” È un modo di coltivare la piena esperienza del qui e del momento presente. Sviluppa una capacità di aumentare l’attenzione per il presente, a quello che siamo e come agiamo. La Mindfulness non è una tecnica di rilassamento!

La consapevolezza, ponendo l’attenzione al contesto quotidiano e all’esperienza di vita ci permette di avere maggiore padronanza sugli eventi che ci accadono e di essere coscienti  degli aspetti che connotiamo come negativi.  Quindi la mindfulness , se applicata con continuità, ci insegna a non negare, a non respingere le eventuali condizioni di disagio;  ma bensì accogliere e accettare  tutte le componenti del nostro essere, di tutti gli aspetti della propria esistenza.

La ringrazio Dottoressa e invito tutti coloro che sono interessati a iscriversi al Laboratorio PAUSA RELAX – Come recuperare l’energia attraverso esercizi di rilassamento e consapevolezza.

L’incontro è GRATUITO dalle 18.45 alle 20

ISCRIZIONE OBBLIGATORIA

Scrivendo a [email protected]

Telefonando al 338 3826500

Dottoressa Daniela Tagliabue

Daniela Tagliabue cel 340-7712729

[email protected]

Centro Multidisciplinare KORU LAB via Santo Stefano 10 [email protected]